Gli specialisti del "Buon Dormire"

L’importanza del cuscino

Per riposare bene, testa, collo e spina dorsale devono rimanere allineati e il guanciale serve proprio a questo. Infatti, un buon cuscino deve sostenere la testa e il collo, contribuendo a mantenere la colonna vertebrale nella posizione corretta, in modo da offrire rilassamento ai muscoli e favorire una buona respirazione. Il cuscino ideale in assoluto non esiste, per scegliere quello giusto si deve partire dalle proprie abitudini, in pratica la posizione in cui si dorme, e alle caratteristiche fisiche, come corporatura e altezza.

Larghezza per altezza

La larghezza del cuscino non dovrebbe essere inferiore a quella delle tue spalle. Invece lo spessore del guanciale deve adattarsi alla posizione in cui si dorme.

        • Cuscino basso (10 cm). Va bene per chi dorme a pancia in giù e per i bambini. Riduce la pressione del collo. In entrambi i casi, però, è meglio dormire senza cuscino. Meglio sceglierlo morbido.
        • Cuscino medio (12-13 cm). Perfetto per chi dorme supino, cioè sulla schiena. Deve essere più basso delle spalle e mediamente duro.
        • Cuscino medio-alto (15 cm). Ideale per chi dorme sul fianco. Deve essere duro per mantenere testa e collo in linea con la spina dorsale.

Imbottitura: qual è quella giusta?

I guanciali più diffusi sono di piuma, in lattice, sintetici o di schiuma.

        • Piuma e piumino. Le piume provengono da oche o anatre. Il cuscino è morbido, si deforma per poi tornare alla posizione di partenza. Non fornisce molto supporto al collo: è adatto a chi dorme sulla pancia, ma non è un guanciale ideale per chi ha una corporatura robusta o si muove molto nel sonno. Non lo consigliamo a chi è allergico, né ai bambini.
        • Lattice. Sintetico, di origine naturale o una miscela di entrambi. Offre un buon sostegno a testa e collo, è adatto a chi dorme sul fianco o per chi è alto e ha una corporatura robusta. Il lattice assorbe bene i movimenti del corpo quindi è consigliato anche per chi si muove molto nel sonno. Va bene se soffri di allergia agli acari.
        • Sintetico. Di solito l’imbottitura è in fibra di poliestere ed è traspirante. È un cuscino morbido, quindi più adatto alle persone esili, ai bambini e a chi dorme a pancia in giù. Va bene per chi è allergico.
        • Schiuma. Di solito poliuretano. In etichetta si può trovare scritto “memory foam”: significa che il cuscino mantiene per circa 30-60 secondi la forma della testa e del collo quando si cambia posizione. Per questo non è adatto a chi si muove molto durante il sonno. Perfetto per chi dorme su un fianco e per chi ha una corporatura robusta.

Acquisto e durata

In negozio, se possibile, prova il cuscino simulando la posizione in cui di solito dormi e verifica che testa, collo e spina dorsale siano allineati, possibilmente provalo su un materasso simile a quello di casa.

Consigliamo di cambiarlo ogni due anni, per una questione igienica.

La nostra linea di cuscini

cuscino_comesceglierlo